A VARANO DE’ MELEGARI ASSEGNATI I PRIMI TITOLI 2019 DELLA FORMULA X ITALIAN SERIES

da Marco Privitera
Visite: 45

Il quinto round stagionale della Formula X Italian Series ha emanato i primi verdetti della stagione 2019, pur dovendo fare i conti con un week-end pesantemente condizionato dalla pioggia. Gli oltre 160 iscritti presentatisi al via dell’appuntamento sul circuito di Varano de’ Melegari hanno infatti dovuto fare i conti con il maltempo che ha caratterizzato entrambe le giornate di gara, sino a rendere obbligatorio l’annullamento di alcune delle sfide in programma a causa dell’enorme quantità d’acqua presente sul tracciato.

Nonostante questi intoppi, lo spettacolo in pista non è di certo mancato. Bernardo Pellegrini si è confermato campione nella Formula X, dopo il secondo posto conquistato in gara-1 alle spalle di Salvatore Liotti, mentre il giovane Adriano Albano ha suggellato la propria trionfale stagione nel Trofeo Predator’s cogliendo un nuovo successo. Michele Castagnoli ha consolidato la propria leadership nella GT Light, mentre nel Predator’s Challenge e nella G1 Series la sfida rimane apertissima per la lotta al titolo, quando manca un solo appuntamento alla conclusione del campionato.

PREDATOR’S CHALLENGE PC015. I colpi di scena nel campionato che vede al via le monoposto di ultima generazione realizzate da Corrado Cusi sono iniziati ancor prima delle qualifiche. Il leader del campionato Ivan Machado Perez si è infortunato accidentalmente ad un polso, ritrovandosi costretto a saltare la sessione. A realizzare la pole position è stato quindi Francesco Atzori, capace poi di dominare l’intera gara (svoltasi sul bagnato) e precedere Francesco Solfaroli e Alberto Naska. Ai piedi del podio è giunto Davide Critelli, il quale ha avuto la meglio nei confronti di Stefano Palummieri e dello stesso Machado Perez, protagonista di un’entusiasmante quanto ‘eroica’ rimonta dal fondo. In virtù dell’annullamento della seconda prova a causa delle condizioni di impraticabilità della pista, la situazione di classifica vede lo spagnolo mantenere un margine di 11 punti su Palummieri, con Atzori e Critelli che conservano ancora l’aritmetica opportunità di conquistare il titolo.

FORMULA X. Secondo centro consecutivo per Bernardo Pellegrini, al quale è bastata la piazza d’onore ottenuta nell’unica gara disputatasi per confermarsi campione. Il successo di tappa è andato a Salvatore Liotti (autore anche della pole position), mentre al terzo posto è giunto Matteo Ferrero. Nella classifica riservata alle Formula Renault ad imporsi è stato lo stesso Ferrero davanti a Balestrini (sempre più vicino alla conquista del titolo di classe) e Candio, con il giovane Benjamin Cartery al top tra le Formula 4.

G1 SERIES by GRIIP. Anche la serie riservata alle monoposto spinte dal propulsore Aprilia ha visto lo svolgimento di un’unica gara, dominata dal portoghese Miguel Matos davanti alla guest-star Luca Filippi. Quest’ultimo si è ben comportato al proprio esordio assoluto su questa vettura, riuscendo a precedere sul traguardo il campione in carica Yarin Stern e Davide Vettori, mentre il popolare youtuber Alberto Naska (impegnato in due categorie) ha conquistato la sesta piazza finale alle spalle di Cosimo Papi. Per quanto riguarda la volata finale per il titolo, la sfida rimane apertissima tra Stern e Matos in vista dell’appuntamento finale.

TROFEO PREDATOR’S. Adriano Albano ha suggellato nel migliore dei modi una stagione da assoluto protagonista, conquistando un nuovo successo e laureandosi campione con una prova d’anticipo. Il pilota del SimRacing Motorsport ha preceduto Emanuele Nocita e Edoardo D’Amicis, mentre la debuttante Jenny Sonzogni (unica presenza femminile al via) ha concluso con un’eccellente quinta piazza alle spalle dell’irlandese Schofield. La gara si è conclusa con la bandiera rossa in seguito ad un contatto nelle battute conclusive tra Marcello Melchior e Antonio Faragasso, mentre una collisione con Andrea Zollino (poi penalizzato dalla Direzione Gara) ha eliminato dai giochi Andrea Galluzzi.

GT LIGHT. Perentoria doppietta per Michele Castagnoli, ormai sempre più vicino alla conquista del titolo di categoria. L’unico in grado di tenere il passo del vincitore sul bagnato è stato Daniel Grimaldi, al comando nella fase iniziale di entrambe le gare ma poi costretto a cedere il passo. Sul podio in ambedue le occasioni è arrivato anche Leonardo Stefani, davanti a Paparusso e Villa.

FORMULA CLASS JUNIOR ITALIA – FORMULA CLASSIC. Niente da fare per la storica serie tricolore, presentatasi al via dell’appuntamento di Varano con il nuovo record di presenze stagionali. La pioggia ha reso impossibile lo svolgimento delle gare in programma, con le monoposto che si sono limitate a percorrere alcuni passaggi alle spalle della Safety Car. La lotta per i titoli in palio è stata dunque rimandata al round finale, mentre per quanto riguarda la Formula Classic il successo è andato a Giovanni Giordano davanti ad Andrea Grassano e Gaerber Buonomo.

FX TOURING CAR SERIES – LEGENDS CUP. Sotto una pioggia battente ad imporsi nell’unica gara è stato uno straripante Mario Giannetta, capace di avere la meglio nei confronti di Max Morelli e Stefano Pallotti. Lo stesso Morelli si è poi imposto nella classe A davanti a Nebuloni e Pellegrini, mentre per quanto riguarda le altre classi a svettare sono stati Sergio Galbusera e Marco Mancinelli.

Leave your comments

Comments

  • No comments found