fbpx

UN FINALE DI STAGIONE ENTUSIASMANTE PER IL FORMULA X RACING WEEKEND A CERVESINA

Non sono di certo venuti a mancare gli ingredienti che hanno reso il finale di stagione del Formula X Racing Weekend emozionante e ricco di colpi di scena. Sul circuito ‘Tazio Nuvolari’ di Cervesina (PV) sono infatti stati emanati gli ultimi verdetti di un’annata densa di soddisfazioni per il contenitore agonistico tricolore, con l’assegnazione dei numerosi titoli ancora in palio nelle otto categorie presenti in pista nelle giornate di Venerdì 12 e Sabato 13 Novembre. A conquistare il titolo di campione italiano nella Topjet FX2000 Formula Trophy è stato il pilota veronese Bernardo Pellegrini su Dallara F-313 Volkswagen, mentre la sfida conclusiva nel campionato FX3 riservato alle Predator’s PC015-Y ha visto prevalere il giovane Andrea Bodellini. Finali scoppiettanti anche per quanto riguarda la serie Turismo ATCC e per la Formula Class Junior, così come per le categorie di supporto presenti in un evento che ha registrato la presenza di oltre 150 piloti al via.

A rendere ancora più incerto ed emozionante l’atto conclusivo della stagione ci ha pensato il meteo, con una fitta nebbia che ha poi ceduto il passo alla pioggia nella seconda giornata. Condizioni che hanno esaltato la sfida in pista, rendendo quasi epico il finale di un’annata da incorniciare per la serie organizzata da Luca Panizzi. Il tutto accompagnato dalla consueta diretta televisiva su MS Motor TV e dalle immagini in live streaming, che hanno intrattenuto migliaia di appassionati confermando il successo del format targato Formula X, pronto a sfornare numerose novità in vista della stagione 2022.

TOPJET FX2000 FORMULA TROPHY/FX2. Il testa a testa finale tra Bernardo Pellegrini ed il campione uscente Dino Rasero si è risolto in favore del primo, capace di imporsi grazie alla superiorità complessivamente messa in mostra nell’arco del week-end di Cervesina. Giunto al round pavese con 32 punti di vantaggio sull’avversario, Pellegrini (dopo aver messo a segno una perentoria pole position) ha dovuto fare i conti con l’esito di una gara-1 divenuto sub-judice in seguito ad un’investigazione da parte della Direzione Gara. Di fatto, la seconda manche si è rivelata quella decisiva per l’assegnazione del titolo,

con il portacolori HT Powertrain che ha controllato la situazione sul bagnato transitando per primo sotto la bandiera a scacchi davanti allo stesso Rasero. Sul terzo gradino del podio nella classifica assoluta sono saliti nelle due manche Francesco Solfaroli (al top nella FX2) e Umberto Vaglio (vincitore nella classe Pro), mentre la giovane Jenni Sonzogni si è aggiudicata il titolo nella classe B dopo un emozionante confronto con Simone Saglio. Vittorie nella classe Open per Stefano Palummieri e titolo nella FX2 Light per Fabio Turchetto, abile ad imporsi in gara-2 dopo il successo conquistato da Riccardo Stocchi nella prima manche.

FX3. A svettare nel gran finale che vedeva ben quattro piloti ancora in lizza per il titolo è stato Andrea Bodellini, autore di un altro week-end consistente che lo ha visto salire sul gradino più alto del podio in gara-1 e conquistare la piazza d’onore nella seconda prova. Il giovane portacolori del New Team Racing ha potuto così respingere gli assalti di Alberto Naska (capace comunque di chiudere in bellezza con il secondo centro stagionale in gara-2) e di Lyle Schofield, mentre Davide Critelli è stato costretto ad una prova in rimonta dopo un testacoda nelle fasi iniziali. Podio nell’assoluta e titolo AM per Maurizio Giberti, capace di precedere nella graduatoria finale Andrea Gilardoni, nonostante il successo colto da quest’ultimo in gara-1.

TROFEO PREDATOR’S. Il doppio confronto riservato alle PC015-H del Factory Team (valevole per la prima prova stagionale del Winter Trophy) e alle ‘classiche’ PC010 ha registrato il doppio successo di Lorenzo Bruni, capace di precedere in gara-1 Gabriele Bini e Diego Sabbatini. Per quanto riguarda invece l’ultimo atto stagionale riservato al Trofeo PC010, il titolo 2021 è andato ad Andrea Zaniboni, dopo il successo conquistato dal fratello Matteo in gara-1 e quello di Lorenzo Cossu nella seconda manche davanti ad Andrea Raiconi e Marcello Melchior.

ATCC. Una griglia ricca e variegata ha caratterizzato anche l’ultimo round stagionale del campionato riservato alle vetture Turismo e GT. Dopo la conquista nel precedente appuntamento di Vallelunga del titolo in Prima Divisione da parte di Denis Babuin (Bolza Corse), ad imporsi nelle due manche di Cervesina è stato il bolognese Giacomo Ghermandi. Il portacolori Lema Racing ha avuto la meglio nella prima manche nei confronti della Peugeot 308 di Giuseppe Bodega e di Mauro Trentin, mentre nella seconda prova quest’ultimo ha artigliato il secondo gradino del podio davanti a Massimo Arduini. La classe C ha visto il doppio successo di Andrea Musso su Seat Leon MK2, mentre Lorenzo Semprini (Porsche Cayman) si è aggiudicato il titolo GTM dopo un acceso confronto con Francesco Palmisano.

La Seconda Divisione ha incoronato invece Claudio Cappai (Peugeot RCZ Cup) sul trono della classifica assoluta, complice l’assenza di Lorenzo Funari dalla tappa conclusiva. Per lo svizzero è arrivato un perentorio doppio trionfo nelle difficili condizioni meteo di Cervesina, conquistato davanti ad Andrea Borgna in gara-1 e Silvano Bolzoni nella seconda manche. Per quanto riguarda le singole classi, lo stesso Cappai ha preceduto Claudio Grispino nella D, mentre Paolo Marcon (Spice-X) e Matteo Franzosi (Citroen Saxo) si sono imposti rispettivamente nella E1M e nella classe F. La combattuta RS Trophy ha infine visto l’assegnazione del titolo 2021 ad Andrea Borgna, con quest’ultimo che si è spartito il gradino più alto del podio di categoria con Silvano Bolzoni, al top in gara-2.

FORMULA CLASS JUNIOR. Un finale al cardiopalma e condizionato dalla pioggia ha assegnato i titoli 2021 nella classifica assoluta e nei singoli trofei. Nicolò Pavoni (Sarchio Racing) si è aggiudicato il trono dell’assoluta valevole per il Trofeo ‘Alberto Baglioni’, grazie anche al successo conquistato in gara-1 dopo l’uscita di pista del leader Dino Panozzo. A completare il podio nella prima manche anche Annalaura Galeati (vincitrice di gara e titolo nella Super Junior) davanti a Marco Visconti, autore di una grande rimonta. Proprio il pilota Stilo Corse si è poi aggiudicato una gara-2 interrotta dopo sole tre tornate a causa di un violento acquazzone, precedendo sul podio dell’assoluta Marco Brambilla e Roberto Di Modugno. Oltre ai trionfi di Nicolò Pavoni e Annalaura Galeati (quest’ultima al secondo titolo consecutivo nel ‘Pino Marabotto) ad aggiudicarsi gli allori 2021 sono stati Dino Panozzo nel Trofeo ‘Romolo Tavoni’ (Junior) e Lorenzo Tocci nel Trofeo ‘Sandro Corsini’ (Silver).

SUPPORT SERIES. Finale da incorniciare per Alberto Naska nella Legens Cars Italia, con il popolare youtuber in grado di aggiudicarsi entrambe le manche in programma precedendo in gara-1 Simone Borghi e il già campione Luca Ferrario, mentre nella seconda è stato Gianluca Borghi a piazzarsi sul terzo gradino del podio. Il monomarca GT National Cup ha registrato i successi di Claudio Cappelli e Claudio Mantori, con Pierluigi Nebuloni e Carmine Alfano a completare il podio della serie riservata alle Porsche Cayman ed organizzata dal team Tecnocorse. Kevin Liguori ha colto una doppietta nell’appuntamento finale del Challenge Ford MPM, precedendo Antonello Casillo e Antonio Auricchio in gara-1, mentre sono stati lo stesso Auricchio e Giuseppe Gulizia ad accompagnarlo sul podio della seconda manche; proprio il pilota siciliano ha potuto così festeggiare la conquista del titolo 2021 del monomarca organizzato da Four Project Italia. Infine, le consuete gare elettrizzanti hanno caratterizzato il penultimo round stagionale della Smart EQ fortwo e-cup, con i successi di tappa conquistati da Francesco Savoia e Giuseppe De Pasquale.

Luca Panizzi (organizzatore Formula X Racing Weekend): “Abbiamo chiuso con un fine settimana esaltante una stagione per noi ricca di soddisfazioni. Nonostante le difficoltà causate dalle bizze meteorologiche, siamo riusciti a fare disputare tutte le gare in programma e le emozioni…non sono mancate. Un grande complimento va rivolto ai vincitori dei titoli assegnati nelle varie categorie, ma l’applauso collettivo è ampiamente meritato per tutti i piloti e team che hanno creduto nel nostro progetto e che hanno preso parte a questa stagione. Desidero ringraziare tutti coloro che hanno fornito il proprio contributo, a partire da ASI e ACI Sport, passando per i nostri sponsor e partner tecnici, sino alla Direzione Gara e al nostro fantastico staff che ha lavorato in modo encomiabile. Adesso ci prepariamo per l’atto finale della E-STC Series il prossimo week-end a Imola, prima di concentrarci al 100% su una stagione 2022 che riserverà grandi novità che sveleremo a breve!”